Home >> Generale >> Documenti di pagamento: come compilarli in modo corretto

Documenti di pagamento: come compilarli in modo corretto

f24Sono diverse le situazioni in cui ci farebbe comodo una Guida bollettino postale, ma non solo: i documenti di pagamento, come ad esempio quelli per le tasse, sono decisamente complessi, per compilarli servono diversi chiarimenti, in genere difficili da trovare.

Pagamenti negli uffici

Entrare in un ufficio pubblico, o anche in quelli di Poste Italiane, non è per nulla piacevole. Come prima cosa siamo accolti spesso da una lunga coda, a cui si accede ritirando il classico “numeretto”. Negli uffici postali hanno da tempo adottato il metodo dei bigliettini numerati multipli, che si ottengono indicando le operazioni che si devono svolgere presso lo sportello più adatto. Già questa operazione non è delle più semplici, perché le indicazioni per ottenere il numero non sono per nulla chiare, quindi spesso si arriva allo sportello e si viene reindirizzati ad un altro, in quanto in possesso di un numero non corretto. Oltre a questo si devono compilare i famigerati bollettini, che per altro devono essere riempiti in modo perfetto, o si rischia di trovarsi con il pagamento effettuato all’ente sbagliato. Anche i pagamenti di tasse e imposte sono veramente complessi, in quanto troviamo riuniti su uno stesso modulo tante diverse imposte. Spesso per completare il pagamento è sufficiente compilare solo un paio di righe, ma di primo acchito non è così facile comprenderlo.

La prima compilazione

Anche se tali documenti sono difficili da compilare, è anche vero però che dopo la prima volta ci si ricorderà sempre della modalità corretta. Quindi è importante perdere qualche minuto del proprio tempo, in modo da effettuare la compilazione in mood corretto e da comprenderne le modalità, per poi memorizzarle. Così avremo una sorta di guida mentale per tutte le altre occasioni che ci capiteranno in futuro. Nel caso dei moduli per il pagamento delle tasse, i cosiddetti F23 o F24, conviene anche conservare il modulo appena utilizzato, che ci servirà come falsariga per la compilazione dello stesso, l’anno successivo.

L’Home Banking

Molte banche consentono ai loro clienti di pagare bollettini e tasse tramite il servizio di Home banking. In questo caso le cose si fanno più semplici, in quanto la compilazione scorretta di un modulo porta in genere il sistema a rifiutarlo. In alcuni casi è anche possibile salvare alcuni moduli di pagamento, in modo da utilizzare la compilazione automatica la volta successiva in cui si deve effettuare il versamento.

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi