Home >> Eventi e spettacolo >> In cucina con Marrabbio: ecco le specialità del padre di Licia

In cucina con Marrabbio: ecco le specialità del padre di Licia

marrabbio cucinaVi ricordate il cartone Kiss Me Licia? Il padre della protagonista (Licia appunto) si chiamava Marrabbio ed era il proprietario del Mambo, un ristorante giapponese. Licia cercava di vivere il suo amore con Mirco, anche se la goffaggine del padre rendeva questo cartone davvero speciale.

Tuttavia, Marrabbio aveva anche un’altra caratteristica: cucinava in continuazione prelibatezze gastronomiche. Per anni in tanti ci siamo domandati cosa preparasse mai con così tanta dedizione (in fondo, chi non ricorda gli sguardi estasiati di Andrea e del suo gatto Giuliano?). Oggi abbiamo la risposta: il suo celebre piatto era l’okonomiyaki.

E’ vero, è un nome impronunciabile, ma il suo gusto è davvero sopraffino: si tratta di un piatto tipico giapponese, la cui paternità viene rivendicata dalle città di Osaka e Hiroshima. La leggenda, infatti, narra che l’okonomiyaki sia nato durante la Seconda Guerra Mondiale, quando il riso (l’ingrediente principe della cucina giapponese) scarseggiava notevolmente.

In quel periodo, le città venivano rifornite attraverso gli aiuti umanitari, e la fantasia in cucina rendeva la mancanza del riso più sopportabile. E’ in questo periodo che viene creato l’okonomiyaki. Di fatto, si tratta di una frittella salata preparata su una piastra rovente, su cui vengono cucinate fettine di foglie di cavolo, farina e uova e a cui poi possono essere aggiunti ingredienti diversi come carne, formaggio e gamberi.

Letteralmente okonomiyaki significa “come piace a te”, e se siete alla ricerca di questa pietanza dovrete recarvi solo in un luogo: al ristorante Maido a Milano. Qui, oltre all’ottimo piatto cucinato da Marrabbio (la cui foto cappeggia in bella vista nel locale: si tratta, infatti, di un omaggio al celebre cartone animato), potrete assaporare anche la zuppa di miso, yakisoba o yakiudon e il rice burger (ovvero la versione orientale dell’hamburger, di pollo o manzo, messo tra due fette di riso alla piastra). Insomma, non resta che augurarvi buon appetito!

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi