Home >> Casa >> Come installare l’impianto d’allarme in casa

Come installare l’impianto d’allarme in casa

furto casaAvere una casa sicura è ciò che tutti vorremmo, ma purtroppo non è sempre così. Accade spesso di sentire che dei malintenzionati hanno forzato una porta blindata, o sono penetrati in un’abitazione privata attraverso le finestre, rubando poi tutto ciò che hanno trovato. In queste situazioni non si tratta solo di un danno economico, ma anche della violazione della propria privacy e della privazione della sicurezza personale. Per evitare che questo avvenga può essere interessante installare un sistema d’allarme; del resto è risaputo che molti ladri evitano le abitazioni munite di allarme, in quanto più complesse da svaligiare.

Come installare l’allarme correttamente

I sistemi d’allarme oggi presenti sul mercato sono molto facili da utilizzare, ma conviene sempre consultare un elettricista roma easy. Grazie all’aiuto del tecnico specializzato potremo ottenere i migliori consigli, sia sul tipo di allarme da acquistare, sia sul numero dei sensori e sul loro posizionamento. Grazie alle nuove tecnologie le centraline d’allarme sono oggi molto compatte e facili da gestire. Sono tanto piccole che le si può celare dietro un mobile, senza che si noti nulla. Buona parte degli allarmi in commercio sfruttano poi sensori Wi-Fi, che non necessitano di cablaggi per la loro installazione. L’energia elettrica necessaria per l’attivazione è quella offerta da alcune batterie a lunga durata: al padrone di casa non resta altro da fare che verificare periodicamente che le batterie siano cariche.

Che tipo di allarme

Le classiche centraline d’allarme oggi molto diffuse consentono di attivare una sirena, molto rumorosa e particolarmente efficace come deterrente per i ladri. Oltre a questo nel momento in cui i sensori avvertono la presenza di qualcuno, in casa o nel giardino circostante, inviano dei messaggi di allarme al padrone di casa e ad altri numeri, tra cui ad esempio quello di una centrale operativa, o della polizia. In questo modo non solo si cercano di scacciare i malviventi, ma s tenta anche di coglierli in flagrante. Queste operazioni sono svolte dalla centralina, che è per questo munita di una carta SIM, per la comunicazione tramite rete mobile. Prima di posizionare detta centralina è quindi opportuno memorizzare i numeri a contattare e il messaggio da inviare. Anche per tali operazioni ci può aiutare l’elettricista, che si preoccuperà anche di fissare i sensori, le telecamere per le aree più ampie, o anche i sensori volumetrici più adatti alla specifica situazione presente nella nostra casa.

Commenti chiusi.