Home >> Salute e bellezza >> Cibi processati, cresce il rischio di malattie

Cibi processati, cresce il rischio di malattie

Gli alimenti ultraprocessati non sono certo noti per le loro qualità salutari. Eppure, per molte persone è difficile resistere alle ciambelle, ai dolci zuccherati, e così via.

Una motivazione in più per poter contenere l’assunzione di tali cibi è però arrivata da una recente ricerca, che ha scoperto che le persone che mangiano più cibi ultraprocessati hanno un rischio maggiore di cancro.

In particolare, la ricerca ha dimostrato da tempo che le persone che mangiano spesso alimenti ultraprocessati tendono ad essere più obese e sovrappeso. Sono anche più propense ad avere problemi di cuore e di circolazione o diabete. Inoltre, mangiare molta carne lavorata, come gli hot dog, è stato connesso a un aumento del rischio di cancro al colon-retto.

I ricercatori hanno scoperto questo nuovo legame con il cancro quando hanno analizzato i record alimentari di quasi 105.000 adulti del database NutriNet-Sante, un gruppo di popolazione generale in Francia. Gli individui hanno registrato ciò che hanno mangiato da un elenco di 3.300 prodotti alimentari che sono stati poi classificati in base a come sono stati elaborati, utilizzando un sistema chiamato NOVA.

Quello che gli scienziati hanno trovato è che un aumento del 10% della percentuale di alimenti ultra-processati nella dieta è stato associato a un aumento significativo di oltre il 10% dei rischi di cancro generale e di cancro al seno.

I grassi e le salse ultra-lavorati, i prodotti zuccherati e le bevande sono stati associati a un aumento del rischio di cancro generale“, dice lo studio. “I prodotti zuccherini ultraprocessati sono stati associati a un aumento del rischio di cancro al seno”.

Persone che tendevano a mangiare più cibo ultra-processato tendevano inoltre anche a fumare di più e a fare meno esercizio fisico rispetto agli altri, ma gli autori hanno controllato per questi problemi e ancora trovato l’elevato rischio di cancro.

E ‘stato abbastanza sorprendente, la forza dei risultati. Erano davvero fortemente associati, e abbiamo fatto molte analisi sensibili e regolato i risultati per molti co-fattori, e ancora, i risultati qui erano abbastanza preoccupanti,” studio co-autore Mathilde Touvier ha detto.

Ciò che le persone mangiano è un’espressione del loro stile di vita in generale e potrebbe non essere legato al rischio di cancro. Quindi è necessario escludere quelli che sono chiamati fattori di co-fondazione”, ha detto Tom Sanders, governatore scientifico della British Nutrition Foundation e professore emerito al King’s College di Londra.

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi