Home >> Incontri e relazioni >> Genitori e figli in auto: una ricerca svela le loro (pessime) abitudini

Genitori e figli in auto: una ricerca svela le loro (pessime) abitudini

genitori autoI bambini ci guardano, ci scrutano, imparano da noi…anche quando pensiamo che non ci stiano affatto osservando! E’ ciò che emerge da una ricerca condotta dalla Ford. Ma andiamo con ordine, e scopriamo cosa è emerso da questo curioso studio.
Una recente ricerca Ford ha mostrato come i bambini assimilino in fretta le cattive abitudini alla guida dei genitori. Il curioso studio è nato in seguito ad una ricerca precedente, dove in sostanza i genitori ammettevano di sentirsi stressati dalla presenza dei più piccoli in auto. Questo perchè non riuscivano a gestirli come volevano.
La Ford, quindi, ha pensato di invertire i ruoli, ed ha analizzato un campione di  2 mila bambini europei chiedendo loro se si genitori si comportavano bene in auto. Il risultato finale è stato a dir poco incredibile: i genitori, infatti, utilizzano il tablet in macchina come “sedativi” per i propri figli, mentre “loro” si sfogano con epiteti poco raccomandabili (credendo, tra l’altro, di non essere ascoltati).

I genitori, in sostanza, in macchina si mostrano agli occhi dei figli nel peggiore dei modi: nervosi, stressati, maleducati e abituati proprio male! Questa classifica, però, non ci vede primeggiare: gli italiani, infatti, sono risultati essere i più disciplinati tra tutti gli europei, mentre i più maleducati sono i francesi. Per una volta, quindi, il Bel Paese è salvo da critiche sprezzanti e sicuramente dure.

In particolare, i piccoli intervistati hanno espresso il loro disappunto su due aspetti: sulle performance canore dei propri genitori (che, in alcuni casi, sono state definite “da brividi”, e che hanno comunque evidenziato come i padri siano più intonati delle consorti), e sulle ispezioni nasali. Insomma, è proprio vero che i bambini ci guardano in continuazione.

La prossima volta che salite in macchina, quindi, è opportuno valutare con attenzione ogni singolo gesto…e non parliamo solo di quelli alla guida!

Commenti chiusi.