Home >> Salute e bellezza >> Come addormentarti in due minuti

Come addormentarti in due minuti

Sul web puoi trovare decine di metodi che ti suggeriscono in che modo addormentarti in pochi secondi. Di seguito vogliamo proporti un metodo particolarmente utile ed efficace, che ti consentirà di addormentarti in due minuti. Ma come funziona?

Chiamato anche intenzione paradossale, questo metodo consente di dire a te stesso di rimanere sveglio. Anche se pare un paradosso, in realtà questo sistema può  realmente essere un buon modo per addormentarsi più velocemente! Per le persone – specialmente quelle con insonnia – cercare di dormire può aumentare l’ansia da prestazione e, dunque, cercare di convincere se stessi a rimanere svegli può abbassare il livello di ansia e di tensione che avverte gli “aspiranti” insonni.

Diverse ricerche hanno infatti dimostrato che le persone che hanno praticato l’intenzione paradossale si sono addormentati più velocemente di quelle che non lo hanno fatto. Se dunque ti trovi spesso stressati dal provare a dormire, questo metodo può essere più efficace delle tradizionali pratiche respiratorie intenzionali.

Detto ciò, prova ad aiutarti ulteriormente per poter trovare più celermente il sonno, visualizzando un luogo calmo e rilassante. Insomma, prova a coinvolgere la tua immaginazione: alcuni dicono che visualizzare qualcosa può renderla reale, ed è possibile che funzioni anche con il sonno! Se insomma ti concentri a visualizzare un luogo nel quale vorresti essere, è ben possibile che possa guidarti lì, nel sonno!

In uno studio del 2002 dell’Università di Oxford, ad esempio, i ricercatori hanno scoperto che le persone impegnate nella “distrazione delle immagini” si sono addormentate più velocemente di coloro che avevano una distrazione generale o non avevano istruzioni.

Insomma, invece di contare le pecore, prova ad immaginare un ambiente sereno e tutti i sentimenti che lo accompagnano. Ad esempio, si può immaginare una cascata, i suoni dell’eco, l’acqua impetuosa e il profumo del muschio umido. La chiave è lasciare che questa immagine occupi spazio nel tuo cervello per evitare di “ri-impegnarti con pensieri, preoccupazioni e preoccupazioni”.

Naturalmente, non aspettarti che questo metodo produca risultati immediati. Ci vogliono infatti molti giorni di pratica per poter avvertire i primi miglioramenti. Dunque, cerca di concentrarti con consapevolezza su questo percorso e, notte dopo notte, potresti notare effettivamente una migliore opportunità di arrivare più celermente al sonno.

Se poi ritieni che la tua insonnia abbia dei connotati particolarmente debilitanti per il tuo benessere, non indugiare oltre e parlane con il tuo medico di riferimento per condividere il da farsi.

Commenti chiusi.