Home >> Incontri e relazioni >> S.o.S. tatuaggi: quando dire si ai propri figli?

S.o.S. tatuaggi: quando dire si ai propri figli?

tatuaggi-ragazziIl tatuaggio è un’impronta indelebile sulla pelle. Sarà per questo che, periodicamente, i ragazzi vanno dai loro genitori a chiedere di farne uno? Ma cosa si cela dietro a questa esigenza e, soprattutto, come si devono comportare i genitori davanti a questa richiesta? Scopriamolo insieme.

Secondo quanto ammesso da vari psicoterapeuti, la richiesta da parte dei ragazzi di fare tatuaggi esprime la propria voglia di dire “io sono diverso dagli altri”. Un messaggio che, in fase di crescita, è normale e comune a tanti. Inoltre, durante l’adolescenza i ragazzi si aggrappano al senso dell’eternità.

Di fatti, vedono il loro corpo cambiare e cercano dei punti fermi: un’amicizia che duri per sempre, oppure un legame affettivo a cui aggrapparsi. Il tatuaggio rappresenta la loro voglia di avere delle conferme. Ma come si devono comportare i genitori? Secondo alcuni psicoterapeuti, la loro richiesta dovrebbe essere accordata, a patto che si rispettino determinate regole.

Prima di tutto, cercate di fargli fare un tatuaggio piccolo. Molto spesso, dopo pochi mesi, i ragazzi tendono a pentirsi delle loro azioni. In questo modo, il “danno” sarà contenuto, e poco visibile. Inoltre, cercate un centro autorizzato secondo le normative Asl.

Quest’ultimo punto è importante: se un tatuatore non usa strumenti sterili, rischia di prendere, e passare, infezioni più o meno gravi (aids, epatite c o b,…). Inoltre, è bene accompagnare i propri figli: sotto i 14 anni, per legge, non possono farsi tatuaggi. E al di sotto dei 18 anni serve il consenso dei genitori: andate insieme a loro, e prendete questa decisione insieme.

Infine, prima di fare un tatuaggio definitivo, fategli incidere qualche puntino di pigmento in un punto non visibile: attendete 72 ore per verificare che la parte non si arrossi o dia prurito. Se farà reazione, infatti, il ragazzo non potrà farsi il tatuaggio.

Ora non ti resta che prendere la tua decisione: tuo figlio si farà il tatuaggio tanto desiderato?

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi