Home >> Salute e bellezza >> Test QI, quando possiamo dire che i risultati sono alti?

Test QI, quando possiamo dire che i risultati sono alti?

brokerSi parla spesso di punteggi di QI molto alti, spesso indicati come punteggi di QI di un vero e proprio genio ma… cosa significano esattamente questi numeri e come si collocano?

Le persone nella fascia del “QI da genio” stanno davvero molto meglio di quelle nella fascia del “QI alto” o anche del “QI medio”? I geni hanno più successo delle loro controparti a basso QI? Alcuni esperti suggeriscono che altri fattori, tra cui l’intelligenza emotiva, potrebbero essere ancora più importanti del QI.

Cos’è un punteggio medio di QI?

Un punteggio medio di QI è compreso tra 85 e 115. Il 68% dei punteggi di QI rientra in una deviazione standard della media. Ciò significa che la maggior parte delle persone ha un punteggio di QI compreso tra 85 e 115.

Il punteggio medio di un test del QI è 100. Queste etichette sono spesso date per i punteggi del QI:

  • da 1 a 24: Disabilità mentale profonda
  • da 25 a 39: Grave disabilità mentale
  • da 40 a 54: Disabilità mentale moderata
  • da 55 a 69: Disabilità mentale lieve
  • da 70 a 84: Disabilità mentale borderline
  • da 85 a 114: Intelligenza media
  • da 115 a 129: Superiore alla media o brillante
  • da 130 a 144: Moderatamente dotato
  • da 145 a 159: Altamente dotato
  • da 160 a 179: Eccezionalmente dotato
  • da 180 in su: Profondamente dotato

Come interpretare i punteggi del QI

Cosa costituisce esattamente un punteggio di genio in una misura di intelligenza? Per capire il punteggio, è importante prima imparare un po’ di più sui test del QI in generale.

I test d’intelligenza di oggi sono basati in gran parte sul test originale ideato all’inizio del 1900 dallo psicologo francese Alfred Binet. Per identificare gli studenti che avevano bisogno di assistenza extra a scuola, il governo francese chiese a Binet di ideare un test che potesse essere usato per scoprire quali studenti avessero più bisogno di aiuto accademico.

Sulla base delle sue ricerche, Binet sviluppò il concetto di età mentale. I bambini di certi gruppi di età rispondevano rapidamente a certe domande. Alcuni bambini erano in grado di rispondere alle domande a cui tipicamente rispondevano i bambini di un’età superiore, quindi questi bambini avevano un’età mentale superiore alla loro effettiva età cronologica. La misura dell’intelligenza di Binet si basava sulle capacità medie dei bambini di un particolare gruppo di età.

I test d’intelligenza sono progettati per misurare le capacità di risoluzione dei problemi e di ragionamento di una persona.1 Il punteggio del QI è una misura dell’intelligenza fluida e cristallizzata. Il tuo punteggio in un test del QI indica quanto sei andato bene in questi test di abilità mentale rispetto ad altre persone della tua fascia d’età.

Naturalmente, fare un test di questo tipo e scoprire che hai un punteggio un po’ più alto del tuo collega non dovrebbe far necessariamente di te una persona più abile e affidabile ma… perché non provare a mettersi alla prova e cercare di comprendere quali risultati possono essere ottenuti?

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi